Piccolo Vocabolario di Grammatica 2

1.Aggettivi: impreziosiscono il discorso, usateli anche se alcuni vi sembrano fuori moda.

2.Sinonimi: sono fondamentali per rendere il testo scorrevole, è sgradevole usare tre volte la stessa parola all’interno di una sola frase.

3.Avere o essere: bisogna guardare il tempo principale della frase. Ad esempio: Io sarei dovuto andare. Andare è intransitivo quindi serve l’ausiliare essere. (Sbagliato: Io avrei dovuto andare.)

4.Che: evitate due che in una frase. Per introdurre una frase oggettiva possiamo benissimo usare i due punti.

5.Congiuntivi: possono esprimere la sicurezza (Io penso che tu sei bravo), oppure la possibilità (Io penso che tu sia bravo). Entrambi i casi sono corretti, dipende da ciò che intende dire lo scrittore.

6.Imperativi: fare, dare, dire, stare, andare vogliono l’apostrofo (Fa’,Sta’…). Per l’indicativo presente terza persona singolare non serve l’apostrofo (Lui fa, Lei sta). Eccezione: il verbo dare indicativo terza persona (Lui/Lei dà).

7.Maiuscole: non abusarne come fanno i tedeschi e gli americani.

8.Parole straniere: potete usare quelle entrate nel lessico come garage, computer, internet, mail ecc… Tralasciate invece parole che hanno il corrispettivo italiano.

9.Plurali: Le parole straniere usate nella lingua italiana non contengono la s finale. (I computer, e non i computers.)

10.Gli e le: errore che commettono in molti, anche senza farci caso. Se ci riferiamo a un uomo useremo gli (Io gli dico questo). Se ci riferiamo a una donna useremo le (Io le dico questo).

 

 

Piccolo Vocabolario di Grammatica 2ultima modifica: 2010-12-20T23:03:00+00:00da connie-furnari
Reposta per primo quest’articolo